Primitivo di Manduria

Il Primitivo di Manduria è un vino rosso italiano prodotto in Puglia. La sua produzione è consentita nella provincia di Taranto, in particolare nell'area a sud-est della provincia jonica.

Deve il suo nome alla cittadina di Manduria, un comune italiano di circa 30.000 abitanti in provincia di Taranto, situata nel Salento settentrionale.

C'è ultimamente una tendenza da parte dei produttori verso vini più freschi e a bassa gradazione alcolica, ottenuti modificando le miscele, esplorando diverse denominazioni, e così via.

Nel complesso, pensiamo che questa sia una buona cosa, ma non dobbiamo mai dimenticare che più fresco, ecc. non è l'unico modo per fare vino.

Quando il vitigno e le condizioni di coltivazione richiedono ricchezza e potenza, a volte è consigliabile lasciarli andare.

È il caso del Primitivo in Puglia.

La Puglia, come il tacco dello stivale italiano, è una penisola, quindi un'influenza marittima fa parte del calcolo, ma è ancora uno dei luoghi più caldi e asciutti per la coltivazione della vite. Cercando troppo duramente di controllare il calore e il sole, come espresso attraverso i vini come alcool, sarebbe in un certo senso contro il terroir stesso.

Il Primitivo come uva si presta anche alla ricchezza, maturando precocemente e tipicamente con molto zucchero.

"Il Primitivo ama il caldo, ama il mare", dice Adriano Pasculli, direttore esecutivo del Consorzio Primitivo di Manduria. "Dal calore trae i suoi zuccheri e sapori".

E' stato infatti storicamente preferito ad altre varietà perché è maturato prima, quindi la raccolta non ha interferito o coinciso con la raccolta delle olive.

Tra clima e varietà, è abbastanza comune che questi vini raggiungano la media e alta adolescenza in alcool, tanto che diversi produttori identificano particolari imbottigliamenti in base alla loro gradazione alcolica.

Cantolio di Manduria produce tre di questi vini: 14, 16 e 17. Quindi non nascondono il fatto che si tratta di grandi vini; si potrebbe addirittura dire che lo celebrano, dato che il 17 è considerato la selezione di fascia alta e più costosa dei tre.

Ciò che questi vini dimostrano è che i vini ad alta gradazione alcolica non sono necessariamente squilibrati. Richiede sicuramente un impegno per una buona viticoltura e vinificazione, ma uno degli aspetti piacevoli del Primitivo è che offre molto sapore, abbinando l'alcol con la ricchezza e la frutta.

Se ben gestito in vigna e in cantina, in questi vini si trova tipicamente un mix di frutti rossi e scuri, insieme a tannini ben integrati. Quando le cose vanno male, possono essere stufati e rustici. I sapori in questi casi possono essere ancora abbastanza ricchi da resistere all'alcol, ma mancano di vivacità e chiarezza.

La Puglia è dominata dalle cooperative, che possono avere difficoltà a orientare i loro soci agricoltori verso nuovi modi di pensare, ma la regione vede comunque molto sviluppo.

San Marzano, ad esempio, ha coinvolto un agronomo altamente qualificato che parla anche il dialetto locale, permettendogli di trasmettere ai contadini ciò di cui hanno bisogno pur mantenendo le cose sul posto.

Come in altre parti del mondo, c'è un patrimonio di vigneti a bassa resa (6-8 ton/ha), vecchi vigneti che sempre più produttori stanno venendo ad apprezzare.

Il Primitivo di Manduria non è l'unico luogo dove l'alta gradazione alcolica è un dato di fatto; regioni come Priorat e Châteauneuf-du-Pape sono molto rispettate nonostante la potenza dei loro vini.

Man mano che ci si allontana dal cosiddetto stile internazionale, dove peso ed estratto erano attesi dalla maggior parte dei vini, indipendentemente dall'origine o dalla varietà, è naturale che le regioni che possono produrre vini più leggeri e più agili siano celebrate per questo.

Questo non significa che dovremmo trascurare le regioni che producono grandi vini per il buon motivo che il terroir locale li rende quello che sono. Il Primitivo di Manduria e questi altri vengono dalla loro dimensione e dall'alcol onestamente, dalla vigna, non dal reparto marketing.

Come tali, mettono una spilla per ricordarci dove si trova quel bordo della mappa degli stili di vino, per non dimenticarlo.

Alcuni vini consigliati

Tutti sono Primitivo di Manduria DOP o Primitivo di Manduria Riserva DOP.

TOP 1 °
Feudo Apuliano Primitivo di Manduria DOP, Vino Rosso, con Note di Frutta Matura, 14.5% Vol, Confezione con 6 Bottiglie da 750 ml
  • FEUDO APULIANO PRIMITIVO DI MANDURIA DOP: Vino Primitivo di Manduria DOP dal colore rosso intenso e riflessi violacei, gradazione alcolica 14.5% Vol. Prodotto a Manduria, in Puglia
  • NOTE DEGUSTATIVE: Il profumo è ricco con note di frutta matura, fichi secchi e vaniglia. Dal sapore corposo, caldo con retrogusto persistente e avvolgente, dona al palato morbidezza e piacevolezza.
  • ABBINAMENTO: Ideale con arrosti a base di carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati e piccanti. Accompagna egregiamente anche antipasti salati e a base di salumi
  • FORMATO: confezione con 6 bottiglie da 750 ml ciascuna
  • FEUDO APULIANO: I vini della linea Feudo Apuliano rappresentano a pieno tutta la ricchezza e la raffinatezza della Puglia, cuore della viticultura italiana.
TOP 5 °
Koine' Primitivo di Manduria DOC, 750 ml, Alcol 14.5%
  • TERRITORIO: la Puglia è caratterizzata da un clima caldo e temperato, con abbondanti piogge durante tutto l’anno; in estate i venti africani causano un rapido e marcato innalzamento delle temperature con escursioni termiche
  • NOTE DEGUSTATIVE: Porpora intenso, tendente all’ambra con l’invecchiamento; il bouquet ha piacevoli note fruttate, che lasciano spazio a sentori speziati nel finale; questo vino ha una struttura solida grazie all’alcol e all’equilibrio tra tannini morbidi e acidità
  • ABBINAMENTI: Ottimo vino per carni arrosto e grigliate; con piatti di selvaggina e con formaggi stagionati a pasta dura
  • STILE DEL VINO: Vino intenso dal profumo vinoso ed intrigante al palato, secco e morbido, piacevolmente lungo nel finale
TOP 10 °
Matané Primitivo di Manduria 2019-91 punti Luca Maroni - Vino Pugliese Rosso - IGT - 0.75L (3 Bottiglie)
  • PROFUMO: Fruttato e leggermente speziato; colore rosso rubino con aromi di frutti di bosco e spezie
  • PRODUZIONE: Prodotto della Puglia da uve 100% Primitivo
  • FERMENTAZIONE: Fermentato in vasche di acciaio inox
  • ABBINAMENTI: Ideale con carni rosse, risotto ai funghi , affettati e antipasti di terra
  • GRADAZIONE: Alc. 13,5%

Ultimo aggiornamento: 2024-02-19

Lascia un commento