Numero 6 - Anno I
Sabato, 12 Novembre 2011
Direttore Alessandra Verzera

 

è un portale on line di cultura ed informazione enologica e turistica. Nasce come supplemento a Scelte di Gusto e ne costituisce completamento ed arricchimento. Con il coordinamento di Nino Panicola - esperto giornalista di settore - affiancato da Marcello Malta - giornalista e sommelier, membro Ais Sicilia - saranno giornalisti, enologi, agronomi ed esperti a vario titolo a raccontarvi, attraverso le loro rispettive esperienze e competenze territoriali, le meravigliose storie di vino. Il mondo del vino e del bere in generale necessita di particolare attenzione ed è un universo a sè molto variegato. Da questa considerazione nasce la decisione di Scelte di Vino. Parleremo quindi di vini con particolare attenzione alle notizie e alla cronaca, senza dimenticare le produzioni, le novità e le curiosità. Parleremo delle cantine, delle loro etichette, ma anche delle iniziative e delle molte strutture ricettive che stanno nascendo in seno alle cantine. Ma non soltanto: parleremo anche di oli, birre, liquori ed acque. Inoltre i nostri Chef ed i nostri Sommeliers lavoreranno in sinergia per fornirvi rispettivamente ricette di piatti originali accostati ai giusti vini. Vi indicheranno tecniche di preparazione e di conservazione, e persino come versare i vini e a che temperatura servirli. Insomma, nunc est bibendum!

Prosit!


Direttore Responsabile:

Alessandra Verzera

Questo indirizzo e-mail è protetto dal bot spam. Devi avere Javascript attivato per vederlo.

 

 Coordinamento di Redazione:

Nino Panicola

Questo indirizzo e-mail è protetto dal bot spam. Devi avere Javascript attivato per vederlo.


Hanno collaborato a questo numero:


Giancarlo Greco              - Puglia

Francesca Raspavolo      - Campania

Paola Piovesana             - Lombardia

Simona Tenentini           -  Umbria e Lazio

Riccado Milan                  - Piemonte -

Fabio Panci                      - Toscana -

Marcello Malta                 - Ais Sicilia -

Giorgio Fairsoni               -  Veneto -

Stefan di Montenegro    -  Piemonte -

Miriam Paola Agili            - Lombardia -

Cinzia Tosetti                   - Liguria Piemonte -

Federica Raccanelli         -  Veneto -

Anna Maria Epifani          - Sommelier -

Gilberto Arru                   - Sardegna  -

Fabrizio Corgnati            - Piemonte -


 

 

Contatti

1 Andrea Piovesan Editore Questo indirizzo e-mail è protetto dal bot spam. Devi avere Javascript attivato per vederlo.
2 Alessandra Verzera Direttore Responsabile Questo indirizzo e-mail è protetto dal bot spam. Devi avere Javascript attivato per vederlo.
3 Nino Panicola Coordinamento Redazione Scelte di Vino Questo indirizzo e-mail è protetto dal bot spam. Devi avere Javascript attivato per vederlo.

Clima impazzito e forti piogge. Ma la vendemmia 2011 sarà ottima.

Seppur con un'annata con sbalzi di temperatura e livelli di piovosità elevati l’andamento di questa vendemmia si sta orientando verso un risultato che, se settembre decorrerà nel migliore dei modi, non esclude la possibilità di firmare un millesimo di alto livello in quasi tutte le regioni italiane ( Fonte: Italia a tavola)


Mamertino, il vino dell’Imperatore oggi caduto nell’oblio.

Conosciuto sin dai tempi dei Romani, è uno dei più antichi della storia. Dal 2004 è stata riconosciuta la Doc. Eppure questo vino dai natali illustri è, immeritatamente, poco conosciuto all’estero. La zona in cui nasce il Mamertino Doc si trova nel lembo nord-orientale della Sicilia. (Fonte: Italia a tavola)


Nasce Euvite

Cinque aziende calabresi, in rappresentanza di cinque diversi terrori regionali, hanno dato vita ad Euvite, un'associazione per dare una voce forte alla necessita' di divulgare la conoscenza del patrimonio viti-enologico calabrese.
Euvite rappresenta le aziende Librandi di Ciro' Marina; Statti di Lamezia Terme; Serracavallo di Cosenza; Malaspina di Melito Porto Salvo ed I Poderi Marini di San Demetrio Corone.


VINEXPO. La Sicilia del vino di qualità alla Biennale di Bordeaux

Sono 27 le cantine siciliane che, sotto la guida dell’IRVV, parteciperanno al Vinexpo di Bordeaux.
Più di 350 vini in degustazione, 16 vitigni rappresentati tra autoctoni e internazionali, costituiscono per la delegazione del vino siciliano a Bordeaux un primato mai eguagliato in precedenza. Protagoniste le cultivar dell’isola: Nero d’Avola, Nerello Mascalese, Grillo, Inzolia, Catarratto, Carricante, Moscato di Noto, Moscato di Siracusa, Zibibbo, Malvasia delle Lipari.


Per la Sicilia del vino l'obiettivo è l'export

Brasile, India e Norvegia fra le tappe scelte dall’Istituto regionale della vite e del vino per la campagna 2012. Le aziende vitivinicole siciliane interessate a partecipare e a far conoscere i propri vini all'estero, hanno tempo fino al 30 settembre per produrre la domanda di adesione all’Irvv
Source: Feed di Italia a Tavola


Vino: vendemmia verso minimo storico

42 milioni ettolitri, Francia ci sorpassa con 49
La vendemmia scivola sotto i 43 milioni di ettolitri e rischia di segnare un minimo storico. Dal 1957 solo una volta la produzione di vino è scesa così in basso, nel 2007. Le previsioni dell'Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) e dell'Uvi (Unione italiana vini) vedono l'Italia in calo del 10% a 42,260 milioni di ettolitri di nuovo dietro alla Francia che con un aumento dell'8% si consacra primo produttore al mondo con 49 milioni di ettolitri.


Stime produzione 2001. Sicilia -20%

Anche quella di quest’anno non sembra una vendemmia particolarmente abbondante per i viticoltori siciliani. E questo non dipende solo dalle estirpazioni con premio, dagli abbandoni e dalla vendemmia verde, il cui peso peraltro è piuttosto rilevante. A contenere i volumi ci ha pensato anche il meteo, i problemi climatici veri sono venuti con le temperature torride di agosto e con la mancanza di piogge. Le stime fatte fino a questo momento, comunque, potrebbero ulteriormente volgere al negativo se dovesse perdurare il caldo e la siccità.


Vino: l'aumento delle temperature ne cambia le caratteristiche

L'aumento delle temperature climatiche “spinge? i vigneti verso nord. Ciò crea nuove prospettive per zone vocate come, ad esempio, quelle dell'Etna. In quelle zone, infatti, si stanno impiantando vigneti sopra i mille metri. Secondo Attilio Scienza, però, le grandi problematiche enologiche del futuro non sono legate alla temperatura: "I cambiamenti climatici ci sono sempre stati. Il vero problema è la gestione dell'acqua".



Banner
Iscriviti per tenerti sempre informato e poter lasciare commenti



058323
Ospiti 2
Utenti registrati 105


Banner

Designer

Scelte di Vino - Supplemento di Scelte di Gusto

Tutti i diritti riservati

Webmaster
Claudia Seminara Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Palermo 13/2011

 Gaetano Scialabba