I migliori vini toscani 2019

Ci sono molti modi per innamorarsi della Toscana, non da ultimo attraverso i suoi meravigliosi vini, i suoi paesaggi, la sua gente, il suo cibo e la sua arte.

Essendo una regione vinicola importante e famosa in tutto il mondo, è un ulteriore vantaggio che la Toscana è relativamente facile da capire, e anche i loro migliori vini sono abbastanza facili da trovare.

Ecco la nostra classifica dei migliori vini toscani pregiati da provare assolutamente:

TOP 2 °
Bolgheri Sassicaia DOC Tenuta San Guido 2018 0,75
  • Negli anni venti, studente a Pisa, Mario Incisa della Rocchetta sognava di creare un vino di razza.
  • Cabernet Sauvignon 85%, Cabernet Franc 15%
  • Il suo ideale, come per l'aristocrazia dell'epoca, era il Bordeaux.
  • Cos lo descrive in una lettera a Veronelli del 11/6/1974. lorigine dellesperimento risale agli anni tra il 1921 e il 1925, quando, studente a Pisa e spesso ospite dei Duchi Salviati a Migliarino, avevo bevuto un vino prodotto da una loro vigna sul monte di Vecchiano che aveva lo stesso inconfondibile bouquet di un vecchio Bordeaux da me appena assaggiato pi che bevuto, (perch a 14 anni non mi si permetteva di bere vino) prima del 1915, a casa di mio nonno Chigi.
  • Essendosi stabilito con sua moglie Clarice nella Tenuta San Guido sulla costa Tirrenica, speriment alcuni vitigni francesi (le cui barbatelle aveva recuperato dalla tenuta dei Duchi Salviati a Migliarino, e non dalla Francia) e concluse che il Cabernet aveva "il bouquet che ricercavo"
  • Nessuno aveva mai pensato di fare un vino "bordolese" in Maremma, una zona sconosciuta sotto il punto di vista vinicolo. La decisione di piantare questa variet nella Tenuta San Guido fu in parte dovuta alla somiglianza che egli aveva notato tra questa zona della Toscana e Graves, a Bordeaux.
  • Graves vuole dire ghiaia, per il terreno sassoso che distingue la zona, proprio come Sassicaia, in Toscana, denomina una zona con le stesse caratteristiche.
  • Dal 1948 al 1967, il Sassicaia rimase dominio strettamente privato, e fu bevuto solo nella Tenuta. Ogni anno, poche casse venivano messe a invecchiare nella cantina di Castiglioncello. Il marchese ben presto si rese conto che invecchiando il vino migliorava considerabilmente.
  • Come spesso accade con i vini di grande levatura, quelli che prima erano considerati difetti, col tempo si trasformarono in virt. Ora amici e parenti incitavano Mario Incisa ad approfondire i suoi esperimenti e perfezionare il suo stile di vinificazione rivoluzionario per quella zona.

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

TOP 1 °
Biondi Santi | Brunello di Montalcino DOCG Riserva 2012 | Casetta in legno | 3 bottiglie cl 75 | Pezzo Unico Da Collezione, Brunello Riserva Dedicato A Franco Biondi Santi
  • Questo Brunello senza dubbio tra i vini pi longevi al mondo. Un vino prodotto senza fretta e solo in alcune annate, ad oggi ne sono state prodotte solo 39.
  • Il calice di un limpido rosso granato. Bello il naso, seducente di frutti rossi, rosa e sottobosco, cuoio e menta, tabacco da pipa e pietra focaia, carruba e cardamomo.
  • Al palato fa da protagonista la freschezza, sostenuta da setosi tannini che contribuiscono a creare un equilibrio impeccabile. Gi godibilissimo adesso, si presta a lunghissimi invecchiamenti senza perdere un colpo.
  • La "Riserva" viene prodotta dai vigneti del "Greppo", di sangiovese, di oltre 25 anni d'et e solamente nelle vendemmie eccezionali. La "Riserva" matura per 36 mesi in botti di rovere di Slavonia.
  • La caratteristica fondamentale del Brunello del Greppo Biondi Santi Riserva la longevit e anche di pi. Nelle cantine della Tenuta riposano ancora bottiglie centenarie con vini perfetti.
  • Stappare e scolmare un po' le bottiglie circa 8 ore prima della degustazione. Temperatura di servizio 18 C.
  • Si tratta non solo di una riserva e di un ottima annata, ma dell' ultimo brunello prodotto da franco biondisanti, caratteristica che lo rende un vino di altissimo livello e di altissimo potenziale di investimento
TOP 2 °
Cassetta in Legno -Banfi- 6 bottiglie Brunello di montalcino DOCG 2015 14,5% 750ml
  • Cassetta Banfi con 6 bottiglie di Brunello di Montalcino DOCG 2015
  • Ottima Idea regalo !
  • Il Brunello di Montalcino di Banfi nasce in vigneti situati tra i fiumi Orcia ed Ombrone, nel versante meridionale del comune di Montalcino, un territorio unico al mondo per tradizione e cultura vitivinicola.
  • prodotto esclusivamente con uve Sangiovese. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata per 10-12 giorni. Successivamente il vino affina in barrique per 2 anni, e per ulteriori 8-12 mesi in bottiglia.
  • Questo Brunello caratterizzato da un colore rosso rubino intenso, con riflessi granato. Al naso si apre con bouquet ampio ed etereo, con sentori di frutti rossi, arricchiti da piacevoli note speziate di vaniglia. Al palato risulta morbido, vellutato e piacevolmente intenso. Il vino presenta un corpo pieno, con un retrogusto di liquirizia.
  • Perfetto per accompagnare carni rosse e selvaggina, ideale in abbinamento a formaggi stagionati.
  • VITIGNO Sangiovese 100%
  • GRADO ALCOLICO: 14.5 %
TOP 4 °
Banfi Brunello di Montalcino DOCG 2016 [ 6 Bottiglie x 750ml ]
  • Il Bunello di Banfi un'espressione intensa ed elegante della terra di Montalcino da uve Sangiovese in purezza.
  • L'intenso e ampio bouquet composto da toni fruttati, eterei e speziati. Il gusto emozionante e profondo, con tannini ben limati e dal finale lungo, piacevole e persistente.
  • vIGNETI: Dalle migliori uve di 170 ettari di vigne nella zona collinare a sud di Montalcino a 220 metri di altitudine, su terreni sabbiosi e calcarei ricchi di scheletro, con sistema di allevamento a cordone speronato e con basse rese di 65 q.li/ha.
  • Si presenta allocchio con un colore rosso rubino profondo e compatto, leggermente tendente al granato nellunghia. I profumi che dominano il naso si caratterizzano per ampiezza, e sono incentrati su note di frutta rossa alternate a spezie dolci e sfumature che tendono alletereo.
  • Allassaggio di ottimo corpo, rotondo, con un sorso vellutato che avvolge il palato con gusti intensi; termina con un finale decisamente persistente. Unetichetta che rappresenta uno dei grandi classici realizzati dalla cantina, dove tradizione e modernit si uniscono alla perfezione.
TOP 5 °
Brunello di Montalcino Riserva DOCG Biondi-Santi Tenuta Greppo 2013 0,75
  • La "Riserva" viene prodotta dai vigneti del "Greppo", di sangiovese, di oltre 25 anni d'et e solamente nelle vendemmie eccezionali.
  • Sangiovese 100%
  • La "Riserva" matura per 36 mesi in botti di rovere di Slavonia.
  • La caratteristica fondamentale del Brunello del Greppo Biondi Santi Riserva la longevit e anche di pi.
  • Nelle cantine della Tenuta riposano ancora bottiglie centenarie con vini perfetti
  • Stappare e scolmare un po' le bottiglie circa 8 ore prima della degustazione.
  • Temperatura di servizio 18 C.

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

No products found.

TOP 1 °
Morellino di Scansano DOCG -La Rasola- 13.5% 750ml (6)
  • Maturazione: in acciaio per 4 mesi con le fecce fini. Affinamento: in bottiglia per minimo 3 mesi.
  • Di colore rubino intenso, un vino dal carattere piacevole, ampio e profondo, perfetto su primi piatti saporiti, e su secondi di carne rossa, magari alla griglia, o anche con la cacciagione. Da provare con le pappardelle al rag di cinghiale.
  • Vitigni: Sangiovese 90% Altri 10%
  • Formato 750 ml
  • Gradazione 13.5%

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

TOP 1 °
Vino Nobile Di Montepulciano Riserva (1999)
  • Denominazione D.O.C.G.
  • Formato bottiglia 0,75 litri
  • Gradazione 14.0%
  • Temperatura servizio: 16/18
  • Vitigni: 100% Sangiovese

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

TOP 2 °
Vernaccia di San Gimignano Docg | Borgo Alla Terra Geografico | Vino Bianco Toscana | 6 Bottiglie 75cl | Idea Regalo
  • Denominazione: Vernaccia di San Gimignano Docg;
  • Vitigni: vernaccia 100%;
  • Alcol: 12.5% Vol.;
  • Temperatura di servizio: 8/10 C;
  • Abbinamenti: Antipasti di pesce, Primi di pesce;
TOP 3 °
Vernaccia di San Gimignano Docg | Vino Bianco Toscana | Geografico | 6 Bottiglie 75cl | Idea Regalo
  • Regione: Toscana;
  • Vitigno: Vernaccia 100%;
  • Alcol: 13% Vol;
  • Zona di Provenienza: Chianti;
  • Abbinamenti:Perfetto con antipasti e primi di pesce, pu essere abbinato a piatti della cucina vegetariana;
SCONTO: 2,40 EURTOP 4 °
Toscolo Vernaccia di San Gimignano 2020-90 punti James Suckling - Vino Toscano Bianco - DOCG - 0.75L (3 Bottiglie)
  • PROFUMO: Fresco e fruttato; colore giallo paglierino con aromi di agrumi e fiori bianchi
  • PRODUZIONE: Prodotto in Toscana da uve 100% Vernaccia
  • FERMENTAZIONE: Fermentato in vasche di acciaio inox
  • ABBINAMENTI: Ideale con carni bianche, pesce alla griglia e insalate
  • GRADAZIONE: Alc. 12,5% - Adatto a Vegani

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

SCONTO: 3,30 EURTOP 1 °
LE CREUSET WA-126 Borsa Termica per Bottiglie di Vino o di Champagne, Tessuto Idrorepellente, Nero
2.637 Recensioni
LE CREUSET WA-126 Borsa Termica per Bottiglie di Vino o di Champagne, Tessuto Idrorepellente, Nero
  • Borsa termica rinfresca vino per mantenere al fresco le bottiglie di vino fermo o frizzante
  • Resistente ed estensibile, forma studiata per raffreddare fino al livello del collo della bottiglia, adatta a bottiglie da 75 cl di tutte le forme
  • Da tenere nel congelatore, contiene un gel che raffredda la bottiglia in pochi minuti
  • Composizione in tessuto idrorepellente e antimacchia di alta qualit
  • Contenuto: 1 Borsa termica LE CREUSET, colore: Nero, WA-126

Ultimo aggiornamento: 2022-05-27

UNA BREVE INTRODUZIONE AI VINI TOSCANI

Ecco un breve riassunto delle principali cose da sapere sui vini toscani (attenzione, vi innamorerete. Ma almeno questo tipo di amore non fa male!).

Il vino scorre nel profondo della Toscana, intessuto com'è nell'identità culturale di questa regione dell'Italia centrale.

L'agricoltura è alla base dello stile di vita toscano, e i "tre grandi" - viti, olivi e grano - sono stati storicamente piantati tutti insieme negli stessi campi.

Il poeta medievale Dante ha cantato le lodi del vino bianco Vernaccia di San Gimignano. La zona del Chianti è stata descritta nella legislazione che risale al 1716.

Fu in Toscana che furono istituite le prime zone DOC e DOCG, che stabilirono i criteri per i vini di qualità, simili al sistema di denominazione francese.

La storia recente è forse meno grandiosa. Conoscete quelle bottiglie di Chianti ricoperte di paglia dei vecchi tempi? Quella bottiglia è nota come "fiasco". Era ricoperto di erbacce palustri per protezione durante la spedizione, a causa della natura inaffidabile del vetro italiano.

Purtroppo, quelle bottiglie sono arrivate a rappresentare un vino economico e rustico che l'identità del Chianti sta ancora scrollandosi di dosso.

Ma gli ultimi decenni hanno visto una massiccia impennata di qualità proveniente dall'Italia e dalla Toscana in particolare.

La zona del Chianti è stata istituita nel 1932 e ora ci sono otto sottozone: Classico (generalmente considerato il migliore), Rùfina, Colli Fiorentini, Colli Senesi, Colline Pisane, Colli Aretini, Montalbano e Montespertoli.

Il Sangiovese è l'uva rossa principale della Toscana e compare in tutta la regione, dai vini Sangiovese al 100% a ruoli minori a sostegno di vini moderni di Merlot e Cabernet Sauvignon.

Nel Chianti i vini devono contenere almeno il 70% di Sangiovese.) E' facile capire perché quest'uva versatile e accattivante è l'uva più coltivata in Italia. Il Sangiovese a buccia sottile produce tipicamente vini dal colore chiaro con acidità brillante, sapori di ciliegia rossa e un bel tono erbaceo.

Sono ottimi da bere giovani. Invecchiato in rovere e ottenuto da appezzamenti di alta qualità, il Chianti Classico Riserva a base di Sangiovese è un vino serio che può invecchiare 10 anni.

L'uva si sposa bene con i vitigni internazionali, in particolare Merlot e Cab Sauvignon, che raggiungono una meravigliosa maturazione al sole della Toscana. Questi vini hanno profondità, rotondità e calore.

La storia recente - per esempio, negli ultimi 50 anni o giù di lì - ha visto l'ascesa dei cosiddetti Super Tuscans.

Senza dubbio i nomi Sassicaia e Tignanello sono familiari, perché sono i precursori di una rivoluzione qualitativa iniziata negli anni '60 tra alcuni audaci visionari.

In deroga alle severe regole imposte dalle autorità vinicole italiane, questi viticoltori hanno cercato di creare vini più moderni che potessero piacere al palato globale.

La popolarità di questi vini ha contribuito a guidare una rivoluzione qualitativa in Toscana. Questi vini sono generalmente classificati come IGT-Indicazione Geografica Tipica, una classificazione relativamente nuova introdotta nel 1992.

Uno dei vini più profondi d'Italia, il Brunello di Montalcino, ha un'eredità che risale a secoli fa.

Lo stile dei vini più grandi e invecchiati, prodotti con 100% Sangiovese 100% da un clone speciale - è accreditato a Biondi-Santi, e questi vini sono tra i più famosi della regione. Il Rosso di Montalcino è la versione junior di questo vino, anch'esso 100% Sangiovese.

Il Vino Nobile di Montepulciano, è prodotto in diversi comuni ad est di Montalcino, con il 70% di Sangiovese. Questi vini sono piacevoli da bere facilmente, più morbidi e meno rigidi dei vini del Chianti e del Brunello.

Il vino bianco gioca un ruolo minore in Toscana, con uve come il Vermentino autoctono, insieme a Chardonnay e Sauvignon Blanc. Il Moscadello (Moscato Bianco) è usato per fare un vino dolce in versione ferma e frizzante.

Lascia un commento